I valori e la continua ricerca del prodotto perfetto

I primi prodotti in vendita erano sci, slitte e attrezzatura sportiva per quanto riguarda la parte sportiva, mentre per quella moda, la boutique aveva iniziato vendendo accessori e pelletteria di lusso.)

I primi brand ad entrare in boutique sono stati Prada, Moncler, Dolce&Gabbana e Bottega Veneta. Per quanto riguarda Moncler assieme alla sua linea da sci Moncler Grenoble, la scelta, oltre al boom del trend dei Paninari anni ’80, era dovuta all’utilità per il territorio, dove in inverno è necessario vestirsi pesanti e i colori sgargianti dei piumini si univano in contrasto con i colori del cielo e della natura. Prada, Dolce&Gabbana e Bottega Veneta, oltre a rappresentare l’eccellenza del Made in Italy, rappresentavano, e rappresentano tutt’ora, un tipo di moda ricercata con un forte DNA, che tiene alla cura dei dettagli e alla qualità dei prodotti. 

La scelta di ogni item in vendita che avviene dal team di buyer è molto importante. Ogni singolo prodotto viene preordinato con particolare cura alle emozioni che suscita. L’obiettivo principale è che, una volta il cliente è tornato a casa, indossando ciò che ha comprato da Lorenzetti deve ricordarsi delle emozioni  nei momenti che ha vissuto a Madonna di Campiglio: la neve, il Natale, il Sole sulla pelle, la magnificenza delle Dolomiti di Brenta, il profumo dei fiori di montagna e gli amici e la famiglia che lo hanno accompagnato. 

La selezione dei prodotti è influenzata anche il gusto del tempo, ma cerca al sempre di puntare su pezzi che facciano sentire ogni persona bene con sé stessa e al tempo stesso speciale.

In base all’epoca in cui ci si trova, si trovano prodotti richiesti diversi, negli anni ’80, certamente avevano la meglio i piumini Moncler, mentre negli anni ’90 il DG leo era un must have assoluto assieme allo zainetto in tela vela di Prada, per quanto riguarda l’inizio del nuovo millennio ogni giorno si vendevano decine di America’s Cup di Prada tanto che capitava che i clienti se le strappassero dai piedi a vicenda pur di poter prendere parte al movimento sociale che rappresentavano le famose “prime scarpe sportive create da un brand di lusso”. A seguire spopolò John Galliano a Dior per i suoi look eccentrici e divertenti e Burberry uomo con pantaloni di ogni colore contraddistinti dalla qualità eccelsa con cui erano fabbricati. Saint Laurent con la famosa borsa LouLou che prende il nome dalla celebre musa di Yves: LouLou de la Falaise e più recentemente Gucci sotto la direzione creativa di Alessandro Michele, il quale ha creato un fenomeno globale secondo cui ogni prodotto da lui creato diventa immediatamente best seller.

Data l’importanza per Lorenzetti di offrire un’esperienza personalizzata, capita molto frequentemente di chiudere il multibrand al pubblico per ospitare lo shopping di personaggi illustri, ma anche clienti speciali che tengono ad avere il negozio tutto per loro con i loro fidati assistenti alle vendite.

Continua a leggere >la passione per arte e moda

Altre curiosità su Lorenzetti Madonna di Campiglio

Nessun prodotto nel carrello.

FINO AL 30 LUGLIO

NEWSLETTER MAGAZINE

Le nostre migliori vetrine virtuali, Eventi, contest, novità e molto altro ti aspetta...

*-15 Off di benvenuto cumulabile con altre promo *possibili esclusioni *Valido fino al 30/07/2021

WhatsApp
0 Wishlist
My Account
0 Cart
Home
Wishlist 0
Continue Shopping
[]